The farewell_Una Bugia buona di Lulu Wang

Pin It

10 Dicembre 2019

Basato su una bugia vera il film di Lulu Wang è un film autentico. Una commedia originale dai toni sereni e delicati che tocca però un tema forte: il non detto. Cosa dire e se dirlo nei rapporti familiari, in caso di malattia grave di uno dei componenti, in questo caso la nonna cinese, è il grande dilemma.

La tematica è interessante sia perchè nascondere a volte vuol dire influire su quell'effetto placebo che cura tantissimo, contribuendo a guarire, rasserenando, a volte molto più dei medici. Tacere vuol anche dire non avere coraggio però e, nella pellicola, emergono proprio due modi diversi di affrontare la morte; quello occidentale sempre drammatico, vissuto con ansie, dolori e dramma; e quello orientale, più distaccato e sereno, che vive il trapasso come una parte integrante dell'esistenza che ciclicamente, spontaneamente, si deve prima o poi concludere.

Questo film insegna quindi molto sia sulla morte che sulle relazioni, sulla famiglia, sull'accettazione del non detto dei rapporti interpersonali e delle tradizioni usi e costumi di una famiglia di emigrati in America che riscopre e assapora la potenza e la validità del proprio paese verificandone anche i danni ambientali, visivi, ecologici delle costruzioni e speculazioni edilizie, simili ad alveari nella Cina odierna superproduttiva e sovrappopolata.

Inspiegabilmente si mette in scena anche la dualità di rapporti dove quasi sempre, madre e figlia non si sopportano e divergono totalmente come fossero estranee, mentre nonna e nipote si adorano, come se un salto generazionale contribuisse a mitigare i contrasti, rasserenare gli animi e aiutasse a capirsi maggiormente.


GET SOCIAL
  • Facebook
  • Facebook
  • Facebook